TROFEO CV DENTAL E NATALINA

0 Condivisioni

Nel giorno dell’Immacolata “La Natalina” a Monterotondo è un classico, molti runner approfittano della festività per andare a sfidare il percorso che non regala niente, rinnovato dall’edizione del 2019 a favore di uno “sconto” di 200mt per ovviare la norma che obbliga le gare di 10km ad essere inserite nel calendario ufficiale della Fidal, questa escamotage di ridurre (o aumentare) leggermente la distanza sta snaturando quantomeno il gusto di fare PB degli amatori. Salite impegnative e lunghe discese che permettono di recuperare qualcosa insieme alla mancanza di pioggia e vento a differenza di quanto era stato prospettato, ha grantito una bella mattinata per i partecipanti. Vince Umberto Persi su tutti, tra le donne Paola Salvatori con un tempo di tutto risptto. Tra i Bradipi, Luca Attisani, Mirko Sarandrea, Tiziana Massini, Chiara De Smone che rientra nelle prime 5 premiate di cat. F35 e Elia Modugno anch’egli soddisfatto del suo tempo all’arrivo.
Qualche automobilista indisciplinato non ha comunque rovinato l’evento, buono il ristoro e i pacchi gara con la famosa maglietta.
Ma la famiglia bradipa ieri ha voluto dare fiducia alla 1a edizione del “Trofeo CV Dental” a Ronciglione.  Clima di festa e grande accoglienza degli organizzatori per i 130 partecipanti. I prodotti tipici del loco, in particolare le nocciole hanno riempito le sacche di tutti gli atleti. La gara è di circa 9,600mt, una gara possiamo definire di altri tempi, senza chip e senza chilomentraggio segnato a terra. Questo dettaglio ha falsato un po la classifica finale in quanto il 2° 3° e 4° assoluto sono stati i ndirizzati su nl altra strada, dopo circa 1,5km di nulla si sono resi conto dell’accaduto e sono tornati indietro sconsolati, grazie all’aiuto di un passante che li ha avvisati. Gara finita per loro, ma nonostante questo episodio la percezione dell’evento è stata molto positiva. Non avendo ancor ala classifica non ho dei dati ma i Piano Ma Arriviamo hanno fatto man bassa di premi di categoria. Inolte la squadra si è piazzata prima assoluta per  numero di partecipanti. Pamela Cavino Terza donna assoluta, Marco Mercuri 1° catM55, Tiziano Mercuri 2° cat. M60, Roberta Tiberi 3a Cat F35. Anche Roberta Pimpinella e Cristina Fontecedro premiate di cat. Inoltre per questa gara Costantino Sammarco e Chiara Fierimonte hanno corso (Opes) con i colori bradipi, prendendo anche loro il 2° posto delle rispettive categorie. L’aggiornamento delle classifiche bradipe è in progress, in attesa della classifica ufficiale.
A tutte le donne è stato regalato un bellissimo fiore, e anche a chi non è rientrato nei premi di categoria alla fine è stato distribuita crema alle nocciole ed altro. Questa prima edizione ha bisogno di qualche aggiustamento ma sicuramente il risultato è positivo a detta di tutti.
Il Presidente come spesso accade nella nostra famiglia bradipa è stato osannato in un coro quando ha ricevuto il premio di società. Poi tutti a pranzo!!


FIUMICINO CANINO VALENCIA, OLE’

0 Condivisioni

Corsa bagnata corsa fortunata possiamo dire, ieri molti di noi hanno corso con i piedi nelle pozzanghere e le magliette bagnate, ma l’importante è farlo con soddisfazione perchè la domenica ci alza all’alba per provare questo, nonostante tutto.
Per presenziare la “Fiumicino Half Marathon” e la 10km, (che poi per inciso erano leggermente più corte), molti hanno fatto la levataccia ma il richiamo del gazebo è sempre forte e circa 50 bradipi hanno risposto come sempre col sorriso e con i vassoi per il terzo tempo.
Una bella notizia è la nostra new entry Annalisa Minetti, che da ieri veste ufficialmente la maglia bradipa, insieme al suo accompagnatore Pierluigi Lops. Un grandissimo benvenuto a voi, ma avremo modo di fare  festa il 18 Dicembre presso gli altipiani di Arcinazzo alla AllRun Christmas, gara organizzata per beneficenza proprio da Annalisa.
Tornando a Fiumicino a parte qualche problema organizzativo (far partire prima “i lenti” e poi i veloci non ha riscosso tanto successo),  molto gradito il post gara con tante le cose per colazione, belle medaglie ecologiche ( solo per la lunga distanza) con sopra il logo della gara e ricchi premi di categoria.
Il servizio Pacer offerto dalla ASD Piano Ma Arriviamo ha portato tutti a destinazione in perfetto orario. Molti anche i premi per i nostri ragazzi. Matteo Noro nella 21 arriva 4° assoluto e 1°cat SM, Coianiz da Pacer 5° SM55, Elena Lorati (Pacer) 5a F55, Robera Tiberi (Pacer) 3a SF. Ma le soddisfazioni arrivano anche per la distanza più breve, Per la classifica femminile Lucia Mitidieri vince la gara e sale sul posto più alto del podio. Bella la gara di Luisa Corso che arriva 1a cat. SF45 e 8a assoluta. Per la classifica maschile troviamo Emiliano Carloni 6° assoluto e 2° cat SM40. Anche la fortuna di avere i gazebo proprio davanti alla linea di partenza/arrivo ha fatto in modo di poter incitare tutti al loro passaggio, alla fine è uscito anche un pallido sole, direi che la mattinata è stata soddisfacente.
A Canino si corre la  “Maratonina dell’olio DOP Canino“, una gara di 10 km su un percorso molto bello con una salita impegnativa sul finale e una pioggia  a secchi, (come ci hanno raccontato i partecipanti), per quasi tutto il percorso, che però non ha spaventato i nostri 9 bradipi.  Pamela Cavino chiude 5a della sua categoria e Betty Argiola 9a della sua. Gli altri bradipi presenti, Attisani, Meccia De Felici, De Simone Fontecedro Somigli e Oldani oltre all’acqua hanno gradito il rinfresco post gara molto ricco, e poi tutti si sono rifugiati al ristorante al caldo di un confortante camino.
Ieri si è corsa anche la Maratona di Valencia, gara molto cara al popolo italiano che ogni anno fa grandi numeri di partecipazione. Il clima mite il contesto che è un inno al running e il popolo spagnolo sono una grande attrazione per i molti che vogliono fare “il tempo” anche grazie al percorso piatto. Dei 30mila runners presenti vince un esordiente keniano Kevin kitpum  (2h01’53) terzo uomo dietro a Kipchoge, per le donne oltre alla vincitrice  Amane Beriso, la nostra Epis è la migliore europea con 3° miglior tempo italiano di tutti i tempi (2h23’54).
Ma scendendo un po più in basso tra gli amatori, specialmente quelli bradipi abbiamo delle ottime notizie, Roberta Di Vito, con la sua splendida performance chiude sotto le 3he15 godendosi il suo PB. Stesso vale per Giovanni Panfili che centra il suo obiettivo di scendere sotto le 4 ore così come per Eleonora Felici che raggiunge in pieno il suo obiettivo  e fa PB sotto le 4h30, presenti anche Michela Di Conza e Fabio Fioretti, bravo anche Paulo Cossio La Rosa alla sua millemillesima maratona!
E’ tutto!

 

FIRENZE E’ MAGICA!

0 Condivisioni

Amici, ieri a Firenze si è compiuto l’ennesimo miracolo bradipo. Da oggi la squadra infatti conta ben 7 nuovi maratoneti orgogliosi di esserlo.
Tutto inizia come sempre il sabato, quando il cuore è in gola e si parte per la tanto desiderata missione Maratona, gli incitamenti e le rassicurazioni non mancano, i nostri ragazzi ne hanno davvero bisogno, soprattutto Eugenia Bianchini, Pamela Cavino, Giulia Conte, Andrea Formosa, Pierluigi Armeti, Leonardo D’amico, Vincenzo Pietro Addelio che provano per la prima volta i 42195mt.
Gli altri presenti sono Alessandro Reali, Jacopo Pretolani, Pietro Laurenti, Felice Cirelli, Andrea Bucra, Michele Albero, Davide Paone, Alessandro Federici, Alessandro Meccia, Stefano Piangiarelli, Gabriele Levi, Giulia Conte, Patrizio Sauzzi, Vanessa Zampetti, Emiliano Calcagni, il veterano Paulo Cossio La Rosa, Simone Curzi, Alan Annini e Valentica Pici.
Dopo una lunga e intensa preparazione arriva finalmente il momento di mettersi alla prova, cercando di rispettare al massimo il tempo prefissato, quello su cui ci si è preparati. Tutti hanno cercato di mantenere il più possibile la propria condizione fisica, curando l’alimentazione eseguendo gli ultimi “ritocchi”, facendo tesoro dei consigli ricevuti. Ma questa è la teoria, la mattina al momento dello sparo c’è la pratica, e tutto diventa una nebulosa di emozioni, col freddo nelle ossa si parte e ci si immerge nel lungo e magico viaggio. Tanto è il trasporto per questa gara che Presidente e Signora, insieme ad Alessio Biagioni, Tilly Fede Barbagallo Antonio Bonanni che ha dovuto rinunciare per infortunio,sono andati a sostenere lungo il percorso i compagni di squadra, dando loro quell’ulteriore spinta nel momento più difficile. Specialmente Alessio che sarebbe dovuto essere li con loro ma che a causa di una brutta influenza ha dovuto rinunciare. La cosa non è scontata, c’è stata una vera preparazione anche in questo, perchè alla fine è una vera sorpresa trovare compagni ad ogni angolo, che hanno preso il treno la mattina presto per essere li per te che corri la prima maratona e hai bisogno di loro, e loro ci sono, emozionati quanto chi passando di corsa si ferma ad abbracciarli nonostante la stanchezza e gli ultimi chilometri ancora da percorrere. I Supporters hanno corso avanti e indietro sul percorso, facendo foto dando il “5”, cercando di intercettarli tutti e dare quella bomba di eneregia. Ci sono anche Cesare e il piccolo Carlo con canotta bradipa ad aspettare il papà Alessandro Reali, “..che corre fortissimo.. (cit,)”questo incontro ripaga sicuramente di tutta la fatica. Andrea Formosa aveva l’obiettivo delle 3h30 per la sua prima regina, a pochi mesi dalla sua prima gara ufficiale riesce a coronare il suo grande sogno della maratona, all’arrivo si ritrova a piangere come un bambino e ad abbracciare il suo angelo custode Andrea Bucra che lo ha accompagnato metro per metro e lo ha letteralmente trascinato negli ultimi difficili chilometri dovuti ai crampi. Pamela Cavino ci teneva tantissimo a Firenze, anche per lei la prima volta, purtroppo una tracheite la colpisce qualche giorno prima ma lei insieme al suo Alessandro non rinuncia, nonostante durante la corsa non riesce bene a respirare, ha negli occhi tutti le persone che hanno manifestato di credere in lei con messaggi e telefonate, e lei oltre a non voler deludere se stessa non vuole deludere nessuno di loro, arriva al traguardo felicissima di esserci riuscita. Eugenia Bianchini è spartita dai radar per molte ore, al punto che ci siamo chiesti dove fosse finita visto che non avevamo notizie, era semplicemente stordita dalle emozioni e non riusciva a scrivere nulla ma a sentire la vicinanza e la partecipazione di tutti vicini e lontani. Di poche parole Leonardo D’Amico, ma felicissimo anche lui per la sua prima medaglia da maratoneta, e così per tutti gli altri che hanno condiviso le proprie emozioni. Ad ogni modo oltre alle emozioni c’è la prestazione che è stata svolta come da manuale anche da Giulia Conte, scortata dal suo mentore Patrizio Sauzzi corre super emozionata ma gestisce bene la fatica e riesce a fare la seconda parte 5″ più veloci della prima, Bravissima come gli altri. L’osmosi anche questa volta si è compiuta. Grazie anche al Mastro che accompagna Federica Tilly con gli occhi gonfi di lacrime mentre vede passare i suoi amici, lei che ancora non ha fatto la sua prima maratona, ma l’ha vissuta con tutti loro. Questo siamo noi, la grande famiglia bradipa.
Mentre attendevamo le notizie da Firenze altri bradipi erano impegnati in altre imprese. Lucia Mitidieri fa di nuovo centro alla Corri per il verde, chiudendo prima assoluta  a Fiumicino per la terza tappa.
A Palombara Sabina Alessandro Coianiz Cristian Petricca e Fabio Mancuso si cimentano al “Millennium Trail“, 18km per 1268mt D+ su un percorso sassoso e impegnativo. La gara è l’ultima tappa del circuito Trail Cup. Coianiz arriva 2° di cat. M55.
A Milano alla mezza maratona del circuito “FollowYourPassion“,  il quartetto Tiberi Licciardi De Cesare e Biagini si concedono un week end all’insegna dell’amicizia e della follia, Silvia infatti ha deciso di fare 10 maratone da Settembre a Dicembre (con in mezzo il cammino di Santiago) le girl si lasciano trascinare in questa proposta e vanno a Milano per la 7a mezza maratona. Le fantastiche 4 oltre a divertirsi fanno qualche PB, Micaela Licciardi abbatte il suo precedente della 21k di altri 3 minuti, anche Silvia toglie qualche minuto al suo precedente. Presente anche Emiliano Carloni che arriva 1° di cat. M40 e 21° assoluto.
Al “Trofeo di S.Barbara” a Colleferro, Roberta Pimpinella arriva 3a di cat. F40, presente anche Luca Francica, su un percorso di 10,100mt.
Dalla famiglia bradipa è tutto.
 

ROMA 21K E 10K

0 Condivisioni

Siamo di nuovo qui a raccontare la bellissima domenica appena conclusa, una domenica in cui ancora una volta Roma con tutte le sue riccheze, il sole, i colori delle maglie degli atleti, hanno creato la bellissima atmosfera intorno al Circo Massimo per celebrare la Roma 21K e 10K, manifestazione che comprende anche la 10k Fun non competitiva. Gara organizzata dalla Forhans Team che anni fa si correva di sera a fine estate. Il nuovo look è sicuramente un richiamo a livello internazionale, e noi ci auguriamo che i numeri crescano di anno in anno. Bellissima la partenza dalla Bocca della Verità, per poi attraversare le vie più belle del centro. In questi casi, chi corre nelle retrovie è più fortunato perchè l’andatura può permettere di ammirare i monumenti e i tesori, ma anche chi vive a Roma non si stanca mai di correre per queste vie così ricche di storia. Questa è la testimonianza di molti bradipi (e non), letta sui social a fine gara, molti che spesso corrono con la musica si sono concentrati sul battito del proprio cuore e sulla cadenza dei propri passi. Correre a Roma è un esperienza, un vero e proprio viaggio in cui ogni Sanpietrino calpestato ci racconta qualcosa. Oltre al percorso anche la bella medaglia delle due distanze ricorda la Roma Imperiale. C’è davvero aria di festa, sia nella zona dei gazebo, dove ormai la musica non manca mai che in area partenza con lo speaker che tiene tutto il pubblico attento fino al countdown.
I nostri bradipi hanno preso parte a tutte e due le distanze. Alle 8:30 partenza della 21, una lunga scia inizia l’avventura che finisce poco dopo l’ora con la vittoria di Ndikumana Celestin, 1h02:55, nei primi 10 arrivati, tra cui la vincitrice femminile 3a assoluta, (Mukadanga Clementine, 1h10:01) ci sono ben 3 bradipi tutte con il tempo di 1h12 minuti, Leone Maria Barbaro, 6° assoluto e 2° cat SM, Matteo Noro, 8° assoluto e 3° cat. SM Emiliano Carloni, 10° assoluto e 1° cat. SM40. Alessio Biagioni 1° cat SM45  e Isidoro Langone 2° SM45. Per la 21 donne Carla Mazza 1a cat F50 Elena Lorati 2a cat F55, Carla Della Bella 1a cat F65.
I primi 3 classificati per le categorie sono Campioni Regionali, Vice Campioni Regionali e medaglia di bronzo, quindi complimenti doppi ai nostri Atleti!!

Molti hanno fatto PB, per la mezza, Fabio Licata, Rossana Locanto, Federica Biagini, Micaela Licciardi,Roberto Gaudenzi,  Moreno Bonanni, Leonardo D’amico, Gabriele Oliva che ha tolto ben 7 minuti.
Per la 10k la nostra bradipa Bolognese ha tolto 10 minuti dalla sua gara precedente chiudendo in 1h15 minuti.
Tempi a parte la giornata è stata indimenticabile, grande terzo tempo, ognuno da sempre una mano, (si ringraziano i volontari), ci piace quando gli amici delle altre squadre ci vengono a trovare per condividere il nostro ristoro,  il clima è sempre alle stelle e noi ci sentiamo sempre in una grande famiglia. Dimostrazione di questo sono gli atteggiamenti dei compagni di quadra tra loro, anche questa volta grande generosità di chi ha aiutato. Massimo Fantelli e Silvio Carnevali,  hanno tenuto alto il ritmo di Rossana Locanto guidandola al suo PB, anche Daniele Fisichella e Patrizio Sauzzi, hanno rallentato il passo per agganciare Tilly e portarla al traguardo. Carlo Grasso, che rientra dopo un periodo impegnativo, si aggancia a Dany Maratea che lo porta fino al 7° km, momento in cui lui si sente pronto ad accelerare, rompe il fiato e scatta via, ma poco dopo torna indietro perchè vede Dany in difficoltà e non vuole lasciarla, ma ci sono sicuramente tanti altri che hanno teso la mano all’amico bradipo. Stesso Vale per i Bradipi che hanno corso da  Pacer, Alessandro Reali che incitava tutti i bradipi che incontrava e Francesco Pietrella.  Amiamo questa filosofia perchè ci fa stare bene!
Ieri Maratona di Atene, “La Maratona” alla quale hanno preso parte il nostro Paulo Cossio La Rosa (di cui ho perso il conto del numero delle maratone portate a termine), Chiara De Simone e Luca Attisani, Mario Del Signore e Gisele Roos, e Sara Giuliani. La gara è notoriamente impegnativa con circa 15km di salita dal 13° al 30°, lenta ma implacabile, Sara migliora il suo PB sul percorso di 3 minuti, complimenti!
A Ravenna Silvia Di Cesare e Cristiana Marchesin per la 21km Mauro Galassi e Lisa Magnago per la maratona, (che Lisa ha corso come Pacer). Ravenna è una gara consolidata, sempre bella la medaglia e il passaggio al centro storico.
Bravi anche questo fine settimana.
Al Prossimo We.

     

DA MARE LAGO AL PONTE DI VERRAZZANO

0 Condivisioni

Sappiamo tutti che la prima domenica di Novembre si corre a New York, la Maratona più famosa e partecipata, quella che anche chi non è runner conosce bene, quella che ogni podista si prefigge come obiettivo quando inizia a correre. Quella che ha la folla travolgente. La gara che quando vai ti porti pure la famiglia perchè sei in America! quella che si condivide all’ennesima potenza, l’unica trasmessa in TV in Italia.  Si parte dal Ponte di Verrazzano, si passano i 5 distretti, in un bagno di folla festante. Un viaggio di emozioni che tutti prima o poi vogliamo fare. Della famiglia bradipa questa soddisfazione se la sono tolta Cecilia Somigli, Ivana Oldani, Andrea De Felici, Alessandro Vischetti, Mauro D’agostino e Cristiana Marchesin. Descrivere le emozioni di chi si è trovato li insieme a migliaia di persone credo sia impossibile, ognuno ha il suo percorso che lo ha portato fino a questo magnifico giorno, ognuno da il suo significato a questo viaggio, e se lo vorranno ce le racconteranno, con foto e video, sicuramente possiamo dire di aver partecipato come sempre facciamo incitandoli e seguendo la diretta della gara. Vedere le vostre foto con gli occhi palesemente emozionati e la medaglia al collo ci fa capire l’intensità di quanto appena portato a termine, che va al di la del tempo e del risultato. Vi aspettiamo per celebrare la vostra medaglia.
Con i piedi per terra, in particolare sul lungomare di Latina si è svolta la “Mare Lago delle Terre Pontine“, competizione con tre distanze, 10, 21 e 32km, a cui i bradipi hanno partecipato in massa, soprattutto come Pacer ufficiali della manifestazione per la mezza maratona. Solito ritrovo al gazebo, insieme ai  numerosi compagni di squadra che hanno approfittato  anche del tempo ancora dal sapore estivo per correre tra le terre pontine e con lo sguardo rivolto verso il mare. L’organizzazione della Manifestazione è perfetta, la Fitness Montello Running ha fatto tutto per bene, dai ristori al percorso ai pacchi gara non banali, invece della solita maglietta i prodotti delle terre agropontine, così come per i premi di categoria molto apprezzati.
Gratificanti gli arrivi, Carla Mazza si prende la 3a posizione assoluta per la 10 km, anche questa volta Carla è salita sul podio con la felicità negli occhi. Per la 21km il Pacer Alessandro Coianiz arriva 2° cat. M55, Roberta Di Vito anche lei Pacer 1a cat. SF, Paola Vania Medina Mendoza 2a cat. SF35 mentre Chiara De Simona 3a sempre SF35 e Carla Della Bella 1a SF65.
La 32km ci regala Matteo Noro 2° assoluto, un instancabile Alessio Biagioni 6° assoluto e 1° cat. M45, seguito da Gian Pietro Atanasi 7° assoluto e 1° cat M35, ancora Pietro Vincenzo Addelio si aggiudica il 2° post cat. M60, Antonio Bonanni 1° cat. M65. Bradipe premiate, Michela Di Conza 3a SF45, Pamela Cavino che fa anche PB 3a SF35. Prima squadra per numero di atleti al traguardo.
Il gazebo ha accolto tutti per il terzo tempo, ma anche il pasta party finale non è stato disdegnato. Bravissimi tutti come sempre, anche chi è venuto a fare da supporter. Ci ha inoltre fatto molto piacere ricevere i complimenti dai molti spettatori al nostro passaggio, ma anche chi è venuto personalmente al gazebo a complimentarsi col nostro spirito di squadra. Siamo soddisfatti di portare un messaggio che oltre alla competizione ha molto altro.
Altre notizie di gare  arrivano da Torino, dove la solitaria Luisa Lombardi fa la sua 4a maratona dell’anno e chiude col sorriso.
Da Assisi, Anna Germani e Cristiano Boccadoro corrono la prima tappa della S. Francesco Marathon, sulla distanza di 10,2km.
A Subiaco c’è chi si diverte al Trail dei Santi,  Daniela Venanzi viene scortata da 4 cavalieri, Fabio Mancuso, Massimo Pierntozzi, Tiziano e Marco Mercuri che prende anche il 3° posto della cat. M55. Il Trail risulta bello e corribile nonostante le molte salite. Particolare il passaggio nel Monastero di Santa Scolastica, rigorosamente al passo, si prosegue sempre salendo fino al punto più bello, il Passo del Sacro Spreco anche questo punto sempre al passo. Finalmente si prende fiato in discesa tra ulivi e canali nel bosco per giungere al centro del paese a suono di tamburi. Ottimo il ristoro finale ben assortito.
Ma noi la domenica attendiamo sempre novelle da Edith, e anche questa volta ci ha sorpreso col suo passo tap tap ha chiuso la 50 Ultra K Marathon, a Salsomaggiore, gara impegnativa per il dislivello, infatti si sale sul Monte Canate di 850 mt, per poi scendere ed immergersi nei Borghi e nei boschi incontaminati con i bellissimi colori dell’autunno. Bravissima la coriacea Edith che non si stanca mai.
Lisa Magnago partecipa come Pacer alla Pastum Marathon, passo 4h15 16a assoluta, che può sembrare ci fosse poca partecipazione, ma circa il doppio dello scorso anno. Brava Lisa che come Pacer sei una garanzia.
Abbiamo lasciato per ultima la 1a Tappa della Corri per il Verde, presso la Riserva naturale della Valle dell’Aniene, in cui Lucia Mitidieri arriva 1a assoluta femminile e 4a assoluta della classifica generale. Questa volta tutto perfetto per lei. Grandissima!! Presente anche Elia Modugno che finisce soddisfatto la sua gara, facendo un buon tempo per il suo ritmo.
Dalla Famiglia Bradipa è tutto.
   

CORSA DEI SANTI BRADIPI TANTI

0 Condivisioni

Avevamo appena smesso di salutarci e di scambiarci foto e commenti sulla manifestazione sagrantinese… Ed eccoci di nuovo qua tutti insieme, anche di più a festeggiare i Santi, perché quando si tratta di festeggiare i bradipi sono sempre in prima linea. Numero tondo oggi per noi, in 100 ci  siamo riversati ai piedi di San Pietro, uno scenario così magnifico e invidiato da tutto il mondo non poteva essere ignorato proprio da chi gioca in casa. Così abbiamo ripreso le vecchie abitudini e allestito subito i tavoli per il terzo tempo che ha accolto sia noi sìa chi si è voluto unire ai nostri festeggiamenti. Oggi in particolar modo dedicati a Tilly, fresca di compleanno, a Edith fresca fresca della sua ennesima impresa e ad Alessandra Bonadies che ci è venuta a far visita con il suo cucciolo e che speriamo di rivedere presto con i colori nero verdi. Probabilmente il clima rilassato che si genera prima durante e dopo le gare, allontana lo stress e fa sì che durante la corsa, nella maggior parte dei casi si portano a casa anche degli ottimi risultati. Questo grazie anche ai continui incitamenti e alla disponibilità che si ha l’uno con l’altro. Insomma quando si affronta una corsa già in griglia sappiamo che non saremo un attimo da soli.  Ma le cose belle non finiscono qui, chi è partito in prima linea ha avuto la fortuna di vedere Marcel Jacobs fare il countdown e dare il via alla gara. Sicuramente una bella dose di adrenalina che non guasta, ma tornando ai nostri bradipi, anche oggi si sono fatti valere. Ricordiamo che molti erano reduci del Trail ma nonostante ciò sono riusciti ad avere buoni piazzamenti. Parlo in particolar modo di Carla Mazza che ormai sta inanellando un risultato dietro l’altro, dopo il terzo posto assoluto femminile a Montefalco, oggi con dei rivali di altissimo livello, riesce ad agguantare il primo posto di categoria F50. Pamela Cavino che ci sorprende anche stavolta, prende il premio di categoria SF35 con 45:26 suo PB.  Un’altra garanzia è Carla della Bella che arriva prima di categoria SF65 con 51:42. Vogliamo sottolineare anche la prestazione di Matteo Noro che anche se non si è classificato in categoria, in quanto SM, ha chiuso con un ottimo tempo di 33:43 e 20° assoluto. Complimenti anche a Primerano Mirachi  Francesco 8° per la sua categoria SM35 con 38:16. Anche Alessio Biagioni dopo aver vinto la distanza breve a Montefalco oggi aiuta la sua compagna di squadra Lucia prendendo anche un premio di categoria. Marco Mercuri continua la sua ascesa migliorando di gara in gara e oggi è arrivato 4° della sua categoria SM55. Federico Cuguru fa PB.  Un tributo speciale alla nostra Lucia Mitidieri che arriva 3a Italiana e 7a donna assoluta, anche 7a della sua categoria… e non c’è bisogno di aggiungere altro. Quindi visto l’alto livello degli atleti presenti e il congruo numero degli stessi in ogni categoria facciamo doppi complimenti a tutti. Questa presenza massiccia ha fatto sì che la squadra oggi arrivasse seconda per numero di atleti al traguardo, altro premio!.  Finalmente tutti al gazebo a godersi la parte migliore della mattinata,  il sole e la cornice monumentale di Castel Sant’Angelo e San Pietro hanno contribuito alla riuscita della mattinata adesso tutti un po’ di riposo.. alla prossima!

SAGRANTINO RUNNING THE WINE TRAIL

0 Condivisioni

Quando una cosa riesce bene si tende a ripeterla, quindi lo abbiamo fatto di nuovo, siamo andati alla Sagrantino Running The wine trail!
Circa 70 bradipi hanno partecipato a questa manifestazione che riscuote sempre un grande successo.
Complice il tempo, il ponte e le tante cose da fare, questa parte di Umbria che comprende Bevagna e Montefalco,  è stata letteralmente invasa da gruppi di atleti e accompagnatori intenti a immergersi nelle tradizioni locali, soprattutto quelle gastronomiche e vinicole messe a  disposizione dalle tantissime cantine.
Chi ha potuto il sabato ha partecipato alla camminata enogastronomica, una deliziosa anteprima versione slowed down di quello che poi sarebbe stata la gara della domenica.  I filari ancora con i grappoli d’uva baciati dal sole, i colori dell’autunno, l’accoglienza delle Cantine. Uno spettacolo veramente unico.
I bradipi tutto questo lo hanno vissuto con lo spirito che li distingue, loro che questa volta si sono ritrovati nel loro habitat, le vigne, hanno dato il meglio in tutti i campi.
Durante la cena del sabato, nella location che ci ha accolti tutti,  La Winner Foligno, una struttura molto grande (sponsor della squadra di Foligno che con medesimo nome che salutiamo), ci ha permesso di ritrovarci tutti come sempre per il pregara, momento fondamentale per rinforzare de visu quei legami già consolidati nella nostra community.
Finalmente arriva il momento di partire per il viaggio tra le cantine, le distanze competitive sono tre: 45 26 e 13km.
Salutiamo tutti il nostro Alessandro Federici, unico coraggioso che si butta nella distanza più lunga, arrivando primo della sua categoria M45. La gara è molto corribile, nonostante i saliscendi, però gli ultimi 5 km solo inesorabili, una lunghissima salita fino all’arrivo che spezza quel che è rimasto delle gambe. Gara vinta dal nostro amico Alex Tucci in 3h22. Complimenti da tutti noi!
La Partenza della 26 è accompagnata dai sbandieratori e dalle ragazze vestite con abiti Medioevali, anche per questo start musica e rullo di tamburi accompagnano e galvanizzano i  runners, bellissimo il passaggio dentro Bevagna, uno scrigno medioevale considerato tra i borghi più belli d’Italia. Per la classifica Bradipa, Alessandro Coianiz 3° cat.M55, Addelio Vincenzo 2° M60, Roberta Tiberi 3a  cat. SF.
Infine arriva la partenza della 13km la distanza scelta da più della metà dei bradipi, perchè questa è una gara, ma è anche un momento di svago in cui la competizione può essere lasciata da parte, viene offerto tanto altro. Un panorama suggestivo, un accoglienza molto calda e un percorso non impegnativo che favorisce un divertimento rilassato e senza troppe pretese di tempi e abbigliamento ad hoc. L’unico problema forse è che è stato troppo bello e per questo troppo breve. Il gruppo di circa  430 atleti si butta lungo una discesa, lasciandosi alle spalle le mura della città, entrando in  un sentiero sterrato facile da correre, al punto che il serpentone è tutto compatto per circa 2km. Il clima è talmente rilassato che i primi non si sono accorti di un segnale di svolta e si sono portati dietro la scia umana per circa 1,5km facendo sbagliare strada praticamente a tutti. Il caos regna! chi è dietro vede correre incontro gruppi di runners che hanno capito l’errore, scambiandoli però quel quelli della 45 km, poi il tam tam di voci si sparge e tutti fanno dietro front. Si riprende la strada maestra ritrovandosi sul percorso parecchi camminatori divertiti che ci hanno incitati e rincuorati. Per fortuna a poca distanza la prima Cantina che ha accolto il gruppo confuso e con i prodotti offerti ha rimesso il gruppo in sesto. Nessuno si è perso d’animo, si procede  a gruppetti festanti, tra cui il Presidente che decide di godersi il percorso con noi. Infatti Mr President e la sua Mrs, insieme a un folto gruppo di bradipi tra cui anche Zio Costa e Signora procedono nelle retrovie per lo più camminando e godendosi al massimo il percorso tra i complimenti di tutti per l’affiatamento che c’è tra noi.
Ogni tappa è una festa, si brinda si balla si ride, si fanno tante foto. L’ultima Cantina prevede un passaggio tra le botti, prima di affrontare l’ultima salita che porta il traguardo, dove ci attende tanto tifo e la meritata bellissima medaglia. Ma la gara è gara e c’è chi ha qualche conto in sospeso, Alessio Biagioni, che si prende il primo posto assoluto vincendo la 13km, nonostante una caduta al 2° km tenacemente riprende la sua corsa e taglia il nastro. Finalmente ha fatto pace con questa gara che lo vedeva 2° assoluto nella prima edizione nel 2019, e 11° assoluto lo scorso dopo una segnalazione errata di percorso. Bravissimo!!!
Carla Mazza, che finalmente ha recuperato la forma e la serenità è supportata dalla sua squadra/famiglia e si sente carica al punto di chiudere come 3a donna assoluta. Bene anche Marco Mercuri 2° cat. M55  e Carla Della Bella 1a cat. SF65. Siamo stati un po in pensiero per Mario Tempesta che ha avuto qualche crampo ma poi è arrivato anche lui.
Finita la gare è quasi ora di rientrare, ma un bel pranzo non ce lo toglie nessuno, quindi si prosegue in un agriturismo perchè nessuno vuole mettere fine a questa 2gg fantastica.  E’ stato belle vedere le vecchie e nuove connessioni che si sono create tra di noi,  con la promessa di riprendere martedì alla Corsa dei Santi con in nostro terzo tempo.
Oltre alla banda umbra c’è chi ha faticato altrove, ma sempre col sorriso, la nostra Edith alla 6 ore di Lucera ha chiusa 2a di cat, F60.
A Roma alla Corsa del Ricordo, Silvio Carnevali e Gian Felice Piccirillo presenziano chiudendo in 42,34 e 49,15. La gara a seguito dell’inconveniente pre Covid questa volta è ben segnalata, con strade chiuse al traffico e gli immancabili saliscendi.
Claudio Papagno ci manda notizie da Riposto (CT) dove veste la nostra maglia alla Maratonina blu Jonio, chiude in 1h26.  Mentre Luisa Lombardi ci  manda i saluti da Caserta dove partecipa alla 10km di Capodrise.
Dalla famiglia bradipa è tutto… per adesso.

        

Hescanas Trail

0 Condivisioni

Trasferta nei dintorni di Orvieto per disputare la settima edizione dell’Hescanas Trail , una gara di 15 km con 350 metri di dislivello che si corre tra le colline del grazioso borgo di Porano.
La gara benché si corra su sterrato, dato il continuo saliscendi è molto veloce e corribile.
Il nostro brdipo Alessandro Federici parte forte col gruppo dei primi ma dopo qualche chilometro accusa l’eccessiva foga che lo costringe a rallentare, per poi riprendersi e superare cinque avversari. Finisce 13°assoluto col tempo di 1:13’59”  andando anche a premio categoria.
Vanessa Zampetti fa la sua gara andando con un buon ritmo ma a qualche chilometro dall’arrivo salta una freccia segnaletica sbagliando percorso e perdendo posizione in classifica. La svista le fa  percorrere più di un chilometro extra arrivando 55a assoluta in 1:39’45” .. peccato!
La gara nel suo complesso è ben organizzata con ottimo ristorante finale e molti premi … consigliatissima!

Bravi ragazzi!!

MARATONA DI VENEZIA E LE ALTRE GARE

0 Condivisioni

Cari amici,

Quando arriva il giorno della Maratona, quando finalmente si può passare dalla teoria alla pratica, specialmente quando la Maratona è stata preparata e condivisa con i compagni di squadra, il pathos sale tantissimo e diventa percettibile a livello epidermico e tutti ne vengono contagiati.
La Maratona di Venezia inizia dal sabato, quando qualche bradipo si incontra alla stazione, il viaggio è rilassato e goliardico fino a destinazione, dove c’è Cristiana, la nostra bradipa veneziana che ci accoglie davvero con entusiasmo.
Gentilissima ci fa da cicerone per tutta Venezia, facendoci passere delle belle ore da turisti privilegiati, fino ad arrivare all’ora di cena. Come sempre la porzione di tempo che dedichiamo al cibo da noi diventa un rito, divertente e senza ansie, la solita atmosfera bradipa.
La mattina un gruppo parte per la maratona prendendo la navetta ci attende, mentre altri si dirigono a piedi verso la piazza di Mestre per la mezza, altri ancora si ritrovano per la 10km .
Le partenze scaglionate danno il primo ritmo della gara, il nostro Presidente non corre, quindi è completamente libero e tutto per noi, si può scatenare con foto video e urla di incitamento.
Postazione strategica a  Piazza San Marco per vedere tutti, dal primo della 10km all’ultimo della Maratona.
Passa carica Daniela Venanzi, poco dopo Elisabetta Argiolas della 10km contenta sempre sorridente, poi inizia l’arrivo della mezza… super tutti i bradipi, una super Carla Mazza, ormai ritrovata chiude 2a di Cat. F50, segue Stefano Mostarda, che non corre molte gare ma è sempre attivo e presente, Fabio D’Ippolito che si fa questo bel regalo di compleanno, Alan Annini organizzatore della trasferta, la Presidentessa  Laura Marchetti che ti da tanta carica quando la incontri,  le super gemelle diverse Silvia Di cesare in crescita che accompagna Federica Biagini. E’ stato bello vedere in lontananza la maglia verde fluo, e distinguere a mano a mano i loro volti felici che si avvicinavano.
Ma si entra nel vivo con i passaggi dei maratoneti. I primi volano con passo leggero, poi uno a uno passano i nostri super bradipi. Passa Jacopo Pretolani che rientra dopo il triathlon, Gianluca Pratesi, a pochi secondi da lui, un bel rientro in gara con l’ottimo tempo registrato, complimenti davvero! Pietro Laurenti che fai il pacer,  Andrea Bucra che ha ascoltato il suo corpo ed è arrivato al traguardo senza strafare ma soddisfatto del suo risultato consapevole di aver fatto bene così.  Grande soddisfazione per Elena Lorati che arriva 1a della sua cat. F55, in 3h40, dopo un lungo periodo di stop a causa di un problema alla schiena. Davide Paone felice e ripagato dal suo grande lavoro, super PB per lui di oltre 20 minuti sotto al precedente,  poi Roberta Tiberi con un grande PB di oltre 6 minuti  inferiore al precedente. Uno sfortunato Claudio Migliorati che per infortunio arriva camminando però ha onorato la distanza, Massimo Fantelli che riprendendo da poco ad allenarsi finisce la sua maratona con tranquillità, la nostra Cristiana che arriva con un sorriso fantastico nella sua Venezia, il grandissimo Simone Curzi che non perde un colpo gestendo alla grande la gara concludendola soddisfatto. così come il nostro Mauro Galassi in veste di pacer.
Come sempre si finisce al ristorante, per celebrare le nostre medaglie.
Un grazie anche a Paola Marinelli che anche infortunata ha voluto esserci per incitare i propri compagni.
Come sempre grandi manifestazioni di affetto tra di noi, grande squadra e soprattutto grande gruppo.
Sicuramente Venezia è stata la gara più sentita, ma i bradipi corrono ovunque, e quindi tra la diretta TV della Maratona e i risultati dagli altri circuiti i cellulari sono quasi scoppiati.
Al Trofeo Lidense in nostro Emiliano Carloni arriva 5° assoluto e 2° di cat. M40, presenti anche Ilaria Reali, Andrea de Felici e Ivana Oldani, la giornata è un po velata ma calda, e poi c’è il mare ad aspettare tutti per il post gara.
Alla Maratonina delle Castagne 9,8km, 4 bradipi affrontano il percorso impegnativo ma avvincente Fabio Mancuso arriva 4° di cat M45, segue Samuele Boldrin Luca Francica e Roberta Pimpinella unica bradipa che arriva 2a di cat. F40. Bello anche il finale con polenta e castagne.
A Napoli si corre la Neapolis Marathon a cui partecipano Felice Cirelli, Lisa Magnago, e il nostro sorprendente Antonio Bonanni che arriva 1° dei M65 con un dignitoso 3h52, stesso tempo di 10 anni fa per lui, il vecchio leone è sempre sul pezzo!! e noi siamo con lui.
Per la Mezza maratona il caro Cristiano Pettinelli si gode il percorso fino al traguardo.
C’è poi La San Gemini, si corre appunto nella località vicino Terni, che sostituisce la “San Gemini – Carsulae – San Gemini” che per 26 edizioni ha animato lo splendido borgo umbro. I nostri Cristiano Boccadoro e Anna Germani sono presenti e si godono questi 10 km nel centro del paese in due bei giri panoramici.
A Rieti Paulo Cossio La Rosa fa girare le gambe sul percorso della sua 110decima Maratona.
Voglio chiudere con le parole di Robertina Tiberi molto emozionata dalla sua gara, che sono un po quelle di tutti... A volte non è quello che fai ma come lo fai a far la differenza..Ho sorriso tutta la maratona, ho ascoltato il mio corpo, ho chiacchierato un po’, ho usato la testa, ho rispettato le indicazioni ricevute.. ho fatto PB grazie a tutti voi e tutti i bradipi ASD Piano ma Arriviamo perché siete Voi, siete speciali e io ho trovato un posto nel mondo.
alla prossima

 

URBS MUNDI AMSTERDAM E LE ALTRE GARE DEL 16 OTTOBRE

0 Condivisioni

Amici!

..Tante  le gare di questo fine settimana che hanno portato come sempre i nostri bradipi un po ovunque, da Roma ad Amsterdam, da Foligno a Parma, da Rieti a Fiuggi.
A Roma si è svolta la “tormentata” Urbs Mundi, competizione che si corre nelle vie centrali della Capitale con il panorama del Circo Massimo davanti agli occhi. La competizione negli anni ha subito parecchie modifiche di percorso, dalla prima edizione (1999) di 21,097, con l’intento di sostituire la RomaOstia, negli anni si è trasformata in una 10km (cambiando anche nome in Hunger Run, fino a trovare stabilità nella di stanza di 15 km omologata dalla Fidal.  Anche se non di criterium, trentatre i bradipi presenti, tra cui i nostri atleti Top, Leone Barbaro ed Emiliano Carloni che arrivano in volata conquistando la settima e l’ottava posizione assoluta in 51:29 e 51:30. A seguire Matteo Noro che chiude in 53:01 in decima posizione assoluta, non manca il vecchio leone Marco Mercuri, 4° di cat. Da segnalare ancora Carla Della Bella 1a di cat. SF65. Come sempre l’attore principale è stato il divertimento, la bella giornata e il sole hanno dato a tutto il contesto una bellissima atmosfera di festa. La gara è stata vinta in 48:51 dall’atleta delle Fiamme Gialle Bouih Yassin, e da Sveva Fascetti per le donne (48:53).
Voglio fare menzione al Miglio per Matilde (Masini) che si è celebrato il sabato per ricordare la cara amica runner scomparsa prematuramente investita da un auto pirata. Corsa e camminata con la maglietta “Matilde corri con noi” per chi ha voluto ricordarla e per chi la tiene nel cuore. Ciao Matilde.
Una immancabile partecipazione Bradipa all’ottava edizione della Mezza Maratona di Foligno, gara che più volte ha variato il percorso, i nostri amici si trovano tra tratti in centro storico, altri tra parchi e natura ed un bel tifo alla partenza e all’arrivo, si portano a casa 7 finisher  e due bei PB, uno di Andrea Formosa con 1:39:36 ed uno di Eugenia Bianchini con 1:56:39.
La parte migliore? Uno splendido pranzo in Centro a Foligno per condividere il divertimento e bere un ottimo Sagrantino.
I bradipi presenti sono stati: Daniele Iossa, Andrea Formosa, Gianluca Achille, Gabriele Levi, Eugenia Bianchini, Rossana Locanto, Giovanni Panfili, .
Ad Amsterdam un altro gruppetto di bradipi decide di fare trasferta e trova una giornata fredda ma con un bel sole. La mezza si svolge nel contesto della maratona e parte alle ore 13,30, con un clima più mite. Le presenze sono Pam Cavino e Alessandro Meccia Daniele Fisichella e Rachele Pasquariello, Fede Tilly Barbagallo, Roberto Gaudenzi, Raffaele Nicolussi, Silvia di Cesare e Giordano Giovagnoli.  I nostri amici sono elettrizzati e si  godono in tutto e per tutto questo week end,  in una città che offre molto, attrazioni di vario genere oltre a musei e shop “tipici” del luogo. in mezzo a tutto ciò anche qualche PB, Pamela 1h46,32  Alessandro 1h46,30 e Silvia Di Cesare che ha intostato le gambe dopo il suo cammino di Santiago, chiude in 2h09,44. Un brava speciale a Rachele che con un forte mal di schiena e una puntura di Voltaren ha deciso ugualmente di portare a termine la sua gara, sostenuta da Daniele sempre al suo fianco. A fine gara un pub con buona birra ci sta sicuramente tutto, e stamane una corsetta per le vie della città.
Altre notizie flash dai circuiti: di Parma in cui Andrea De Felici e Ivana Oldani corrono la Trenta2, inserita nel contesto della Maratona. A Rieti, dove il nostro Ultra Paulo Cossio La Rosa porta a termine l’ennesima maratona. A Fiuggi Scorrendo tra le Fonti, Vincenzio Addelio e Domenico Scipioni finiscono 6° e 7° di cat. questa 11 km. Infine dalla Valle del Tevere la nostra Trainer Tiziana Massini ha corso la 1a edizione della Tiber Run di 10km arrivando 4a donna assoluta.
Niente terzo tempo per noi questa domenica ma come sempre tanti sorrisi, ecco qualche scatto.